Incloding

Il progetto Incloding, qui richiamato, è risultato vincitore del Premio Nazionale Scuola Digitale per la Basilicata, come rapportato in questa notizia di stampa:https://www.casacava.it/2020/07/22/premio-nazionale-scuola-digitale-listituto-fermi-di-policoro-rappresentera-la-basilicata/

TITOLO DEL PROGETTO: 

“INCLODING: inclusione con il Coding e l’Accessibilità”

DESCRIZIONE

Il tema dell’inclusione ha tantissime sfaccettature e se da un lato si rivolge a studenti che oggettivamente hanno difficoltà di apprendimento o di socializzazione perché stranieri o diversamente abili o con bisogni educativi speciali o con disturbi specifici dell’apprendimento, dall’altro riguarda anche tutti gli studenti considerati normali ma che spesso vivono il passaggio dall’età infantile a quella adulta, transitando attraverso il famigerato periodo adolescenziale, con problematiche interiori difficili da comprendere ed individuare. 

Il nostro impegno di educatori deve mirare ad a far sì che i nostri ragazzi  vivano nel modo più positivo possibile la  vita scolastica e il  percorso di crescita intellettiva e umana.

In particolare per gli studenti diversamente abili, che si trovano in un’evidente situazione di difficoltà e disagio nell’affrontare la vita quotidiana e i rapporti interpersonali, la scuola e tutti gli operatori scolastici, devono cercare costantemente di  rimuovere gli ostacoli che  ne limitano lo sviluppo intellettivo e sociale.

Con l’avvento della tecnologia e del suo utilizzo massiccio nella scuola, diversi sono  gli strumenti che, attraverso percorsi didattico-metodologici specifici,  possono contribuire a migliorare le prospettive per l’integrazione delle persone con disabilità nella scuola e nella società.

Partendo da tali osservazioni, è nata l’idea di sviluppare un Progetto d’inclusione che, grazie agli strumenti digitali e alla robotica, potesse aiutare gli studenti diversamente abili dell’Istituto a sviluppare il pensiero critico, ad acquisire competenze e abilità  e, infine, a migliorare la propria autonomia.

Gli obiettivi che il Progetto si prefigge sono i seguenti:

Recuperare la manualità come momento di apprendimento, superando la consuetudine di separare teoria e pratica, regole e esercizio.

  • Consolidare i concetti di lateralità e di orientamento spaziale. 

•  Sviluppare attenzione, concentrazione e motivazione.

  • Sviluppare la capacità di analizzare e risolvere problemi.
  • Incrementare l’autonomia operativa. 
  • Stimolare il pensiero creativo.
  • Accrescere le capacità decisionali, il senso di responsabilità e l’autostima.
  • Iniziare ad acquisire un linguaggio di programmazione. 
  • Fare esperienza di lavoro di gruppo.
  • Favorire lo spirito collaborativo.

Le fasi di sviluppo saranno così articolate:

I FASE

Tutti gli alunni inseriti nel Progetto si incontreranno per conoscersi e approcciarsi alla scoperta dei dispositivi, dei robot e delle App.

II FASE 

Gli studenti, suddivisi in piccoli gruppi, saranno guidati nella realizzazione di attività diversificate a seconda degli interessi e delle esigenze specifiche.

Opereranno con gli iPad utilizzando il Coding, la robotica educativa e diverse tipologie di App. I gruppi, saranno aperti e gli alunni potranno interscambiarsi  nei diversi ruoli e compiti. 

III FASE 

Socializzazione delle  attività e dei risultati raggiunti.

Come previsto dal Piano Nazionale Scuola Digitale, il Progetto di inclusione con il Coding e l’accessibilità, sarà introdotto come attività trasversale in quanto trasversali  sono le competenze che consente di sviluppare ed è destinato a tutti gli alunni Diversabili della scuola.

Il coding come approccio metodologico interessa qualsiasi disciplina o contenuto disciplinare e coinvolge qualunque docente che voglia lavorare e riflettere con i propri studenti per esemplificare concetti, per descrivere attività e procedure e per concettualizzare procedimenti e soluzioni. Per tale motivo si sono individuati dei compiti di realtà che vanno dalla compravendita all’educazione stradale, interessando molteplici contenuti disciplinari: dalla matematica alla geometria, dalla geografia all’inglese, ecc.

Gli studenti, accompagnati dai docenti di sostegno, si incontrano una volta a settimana con il docente referente per avviare le attività che continuano durante le ore curriculari.

Per lo svolgimento del Progetto si utilizza lo spazio multimediale e laboratoriste dell’aula 3D e un ambiente specificamente attrezzato per il cooperative learning, la riflessione e la creatività.

La valutazione degli apprendimenti  si svolgerà in itinere attraverso la riflessione collettiva sull’intervento, lo scambio di esperienze e di opinioni sui singoli casi,  interventi specifici su eventuali situazioni più problematiche; a fine percorso attraverso la raccolta del materiale per documentare l’esperienza e  lo scambio di emozioni e livelli di crescita raggiunti da tutti i componenti.

Con il presente Progetto, oltre che garantire la continuità delle azioni di supporto agli alunni diversamente abili e con Bisogni Educativi speciali, si prevede di migliorare l’inserimento scolastico e sociale degli stessi e di contribuire all’acquisizione di maggiore autonomia personale.

Inoltre si mira a consolidare la strumentalità di base e la capacità logico-operativa, le conoscenze e lo sviluppo delle competenze logiche, di comprensione, comunicative, espositive e linguistiche.

CARATTERISTICHE INNOVATIVE 

Nella realtà scolastica italiana, attraverso l’attuazione del Piano Nazionale Scuola Digitale (PNSD), si stanno diffondendo una serie di iniziative e progetti per sostenere il coding e il pensiero computazionale in tutti gli ordini di scuola, a partire dalla primaria. Lo stesso MIUR ha introdotto nel 2015 “l’ora di codice”, un’iniziativa partita nel 2013 negli Stati Uniti per far sì che ogni studente, in ogni scuola del mondo, svolga almeno un’ora di programmazione alla settimana.

Il Progetto INCLODING (neologismo tra INCLUSIONE e CODING)  nasce dall’idea di inserire gli alunni Diversabili dell’Istituto in un percorso innovativo e sperimentale di inclusione attraverso nuove metodologie didattiche che prevedono l’uso di dispositivi digitali, l’introduzione del pensiero computazionale e la robotica educativa; tale approccio vede la partecipazione attiva  degli studenti nell’uso diretto delle tecnologie.

ACCESSIBILITA’

Il dispositivo utilizzato è l’iPad , strumento intuitivo e facile da usare perché gli studenti possono fare tutto con semplici gesti come toccare, sfiorare e trascinare. A qualsiasi età ed in qualunque condizione fisica ed intellettiva, l’iPad (come i tablet in generale) può diventare un compagno di viaggio facile da trasportare e da utilizzare sia a scuola che a casa, sia per lo studio che per il tempo libero. Avendo una serie di funzioni integrate nel sistema operativo, esso può aiutare gli studenti Diversabili a migliorare il proprio percorso di autonomia ed inclusione.

Per quanto concerne l’accessibilità, l’iPad ha di serie moltissime funzioni assistive utili per la  compensazione di diversi tipi di carenze: visive, uditive, motorie, di apprendimento e alfabetizzazione. 

La funzione Leggi schermata, ad esempio, consente agli studenti di ascoltare il testo scritto sullo schermo anche a diverse velocità ed in diverse lingue, in tal modo si possono superare problemi causati da ipovisione, dislessia, ecc. 

Con Leggi selezione, ancora, si può scegliere esattamente la parte di testo da ascoltare, evidenziandola con diversi colori e seguendo con lo sguardo le parole o le frasi che man mano vengono lette. 

Anche VoiceOver o Siri possono essere utili per tali problematiche in quanto, con semplici indicazioni vocali, guidano gli studenti in operazioni di ogni tipo, come aprire un documento, selezionare un’opzione in un menu, cercare contatti, leggere email, inviare messaggi , ecc.. 

Inoltre con Feedback digitazione, l’alunno può sentire pronunciare ogni lettera che tocca sulla tastiera e ricevere un grande aiuto dai suggerimenti ortografici che danno la possibilità di scegliere, tra più opzioni, la parola da usare, consultando anche il dizionario integrato in iOS. 

Molto utile anche la funzione Dettatura: toccando il pulsante del microfono sulla tastiera, lo studente può dettare anziché scrivere in quanto l’iPad trasforma in testo scritto le parole, i numeri o i caratteri pronunciati.

Ci sono anche opportunità notevoli per studenti con  disabilità fisiche e motorie grazie alla funzione AssistiveTouch che adatta il display Multi-Touch alle diverse esigenze dell’utenza; si possono, infatti, sostituire gesti che gli alunni in difficoltà non sono in grado di effettuare creando gesti completamente nuovi e personalizzando il layout del menu. Inoltre iOS si integra con molti dispositivi e periferiche assistivi di altre aziende.

CODING e ROBOTICA

Per quanto concerne la tecnologia, il Coding  e la robotica, essi aiutano gli studenti a sviluppare la creatività, la capacità di pianificare, di risolvere problemi e contribuiscono a sviluppare la logica.

Le modalità che li contraddistinguono  sono utilizzate per esemplificare concetti, per descrivere attività e procedure e per concettualizzare procedimenti e soluzioni.  In questo modo il pensiero computazionale e la robotica entrano a pieno diritto nell’attività didattica di più discipline in quanto possono essere considerati come uno strumenti che facilitano la comprensione dei contenuti e permettono processi di acquisizione informale. Il percorso non viene proposto dall’alto dai docenti: esso va condiviso con gli studenti e sperimentato attivamente con loro. Il compito dell’insegnante è quello di proporre agli studenti un problema reale  a cui, attraverso l’applicazione del coding in percorso di didattica laboratoriale, si cercherà di trovare una o più soluzioni. 

Con questo Progetto, si intende sviluppare competenze difficilmente acquisibili  con  processi di semplice astrazione teorica, per cui lo studente impara facendo, in un’ottica interdisciplinare, dove ci si può permettere di  mescolare la  creatività e la fantasia con la logica e la matematica.

ArEe trasversali di riferimento

Nuove risorse digitali e loro impatto sulla didattica per creare opportunità di espressione personale, di sostegno e di potenziamento delle capacità cognitive e sociali.